dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

16 aprile 2015


Alzheimer, nuova speranza
Somministrando Dfmo meno arginina,meno placche amiloidi

Grazie a una molecola che rallenta fortemente l'attività di un enzima (Dfmo), si consuma meno arginina, quindi si riducono le placche amiloidi che mettendosi tra i neuroni ne rallentano il funzionamento. Di qui la sindrome di Alzheimer. La ricerca ha sperimentato su cavie da laboratorio che consumando arginina si placa anche la dinamica degenerativa del cervello.




fonte:

Journal of Neuroscience

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.197.24.206



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt