dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

20 aprile 2015


Superata la presbiopia
Grazie a un dispositivo impiantato nella cornea dell'occhio

Tutti sanno che la presbiopia consiste nella perdita della capacità di modificare la potenza focalizzazione dell'occhio. Arriva dopo i quaranta anni. Ora questo primo appuntamento con gli effetti della senescenza può esser rispedito al mittente. L'approvazione del dispositivo è della Food and Drug Administration. Si tratta del primo dispositivo impiantabile per la correzione della visione da vicino – si legge nella comunicazione della Fda. Si chiama Kamra. La forma è di anello opaco destinato ad essere utilizzato in pazienti da 45 a 60 anni. Il dispositivo agisce bloccando raggi di luce sfocati entrano nell'occhio per migliorare la visione da vicino. Esso blocca i raggi di luce periferici mentre consentendo raggi di luce centrale di passare attraverso una piccola apertura al centro del dispositivo, rendendo gli oggetti vicini e piccola stampa meno sfocata.

Il paziente però deve essere in grado di mettere a fuoco in modo chiaro su oggetti vicini o piccoli e deve mostrare un bisogno di occhiali da lettura pari a 1,00 a 2,50 diottrie di potere.

C'è però un'indicazione limitativa: il dispositivo non può essere adottato da pazienti che hanno avuto un intervento di cataratta.






fonte:

Food and Drug Administration

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 3.84.182.112



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt