dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

06 maggio 2015


Disabilità reumatologiche. Continuare a lottare!
In un convengo dedicato agli aggiornamenti della Reumatologia è stato premiato il libro di Marcella Stasi, Un giorno credi … Racconta il difficile cammino di una ragazza diventata disabile

La reumatologia ha fatto passi da gigante ma ha difficoltà ad essere riconosciuta come una branca della Medicina sulla quale investire e per la quale diffondere gli specialisti nelle realtà nosocomiali. Sono i contenuti emersi nel convegno organizzato dall'Osservatorio Sanità e Salute presieduto dal Senatore Cesare Cursi. Nell'iniziativa si sono confrontati ricercatori, reumatologi, con associazioni di ammalati e rappresenti del Sistema sanitario nazionale.

Tra le voci di ammalati potenziali e conclamati, uno spazio dedicato anche alla letteratura dedicata al problema.

Nel convegno è stato celebrato anche il Premio Sibilla dedicato a questa specifica patologia.

Ha vinto Marcella Stasio, autrice del libro Un giorno credi... (ed. Albatros). Racconta la sua storia. Una giovane donna riceve dopo diagnosi sbagliate, quindi con grave ritardo, la sentenza della sua artrite reumatoide che l'accompagnerà sempre. Tra rabbia, voglia di vivere, coraggio, l'autrice accette le sue crucce come compagne del suo viaggio, che è la vita, da cui non si sarebbe mai aspettata certe prove.

A carattere divulgativo, invece, gli altri due testi su Artrite Artrosi e convivenza con cure e ginnastica. Marco Lanzetta, Vivere senza artrosi, ecco come, Ed. Tecniche Nuove - Gian Pasquale Ganzit, Luca Stefanini, Artrosi, Artrite e attività fisica, ed. SEEd



fonte:


da scaricare:

convegno.doc
un giorno credi.jpg

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 3.84.182.112



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt