dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

08 agosto 2014


Stop al cancro del colon retto
L'aspirinetta rallenta alcuni processi d’invecchiamento del genoma

Non si capisce ancora come e perché. Si attesta come fatto, però, che il farmaco impegnato per la prevenzione di disturbi cardiovascolari abbia come gradito effetto quello di decelerare le mutazioni genetiche il cui ruolo nell'affacciarsi dei tumori. Ed è, anche questo, un dato certo. Nel linguaggio scientifico si chiamano metilazioni del DnaLa ricerca però ha anche osservato campioni di tessuti intestinali su 546 donne sane. Il dato di ciascuna è stato sottoposto all'analisi su abitudini alimentari e condotta esistenziale. Ebbene, ci sono molti casi in cui il decadimento di alcuni geni è stato frenato dall’uso regolare di aspirina, quindi con grande valore di prevenzione allo svilupparsi di un carcinoma colon-rettale.



fonte:

Journal of the national cancer institute

da scaricare:

prevenzione.jpg

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.90.86.231



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt