dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

13 luglio 2015


Ibuprofene
Sono aumentati i casi di infarto e ictus dopo l'uso - esclusi i farmaci che contengono paracetamolo e aspirina

I farmaci analgesici e anti-infiammatori contenenti ibuprofene possono aumentare rischi di infarto e ictus anche dopo un breve uso. Il nuova allerta viene dopo una revisione di vari studi sull'utilizzo degli anti-infiammatori non steroidei nei quali si è osservato l'aumento di attacchi cardiaci tra i consumatori. A dirlo Food and drug administration (Fda), l'agenzia regolatoria statunitense.

L'allarme ora è lanciato. Riguarda i farmaci acquistabili senza ricetta che contengono ibuprofene, altri per i quali è necessaria la prescrizione medica come l'anti-artrite della classe degli inibitori della 'Cox-2' Celebrex. Sono esclusi i medicinali a base di paracetamolo e l'aspirina. La prima espressione pubblica degli esperti statunitensi fu quella di dire che 'possono' causare un incremento dei rischi di infarto e ictus. IL 7 luglio in una comunicazione ufficiale di Fda si di che che 'di fatto i pericoli sono aumentati.





fonte:

Food and drug administration

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.90.86.231



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt