dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

16 luglio 2015


Big data per il genoma
Nei prossimi dieci anni un miliardo di persone individuate in base al Dna

Tutto questo per capire la fenomenologia interna per cui la risultante è la malattia. I dati servono anche a capire le nostre origini con una fisionomia analitica dell'essere umano preso nella sua singolarità. Ma questa soluzione si imponte anche perché i dati relativi al Dna sono in costante aumento: raddoppiano ogni sette mesi. Entro il 2025 si produrranno tra 2 e 40 exabytes. L'inserimento sarà in un mondo telematico specifico che già è stato battezzato come Google del Dna. Le informazioni saranno caricate su exabyte. Un exabyte contiene il materiale di informazioni pari a un miliardo degli attuali hard disk.






fonte:

PloS Biology

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.90.86.231



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt