dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

09 giugno 2016


Leucemia acuta
Cellule geneticamente modificate possono debellarla

La ricerca è stata pubblicata nel dicembre 2015 e gli effetti in fase di sperimentazione iniziano ad essere evidenti. IL fronte è quello dell’immunoterapia. La malattia: la leucemia acuta studiata per persone ammalate che hanno avuto un trapianto del midollo osseo. La ricerca individua una tipologia di linfociti T in grado di combattere i tumori con grande profitto. Si tratta di una sorta di trasfusione di linfociti T da parte di un donatore, linfociti che hanno un gene suicida TK. L’effetto sperato di dare un nuovo sistema immunitario sarà in grado di sconfiggere leucemia, come le infezioni. La novità consiste nella reazione positiva da parte dei soggetti affetti da disturbi ematologici grazie alla tecnologia e la capacità di operare con estrema precisione. C'è l'ingresso imponente della tecnologia. Consiste nel fatto che i linfociti modificati grazie alla terapia genica, erano rintracciabili a distanza di tempo. I marcatori molecolari hanno reso possibile l’identificazione dei linfociti T.


 

fonte:

Science Translational

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.197.24.206



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt