dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

29 luglio 2016


Alzheimer, fumata bianca
"Habemus?" Buone prospettive con Lmtx. Si fermano: declino mentale, indebolimento. Viene meno anche la progressione della malattia

IL test è su 891 persone ed ha dato esiti incoraggianti. Secondo le stime la progressione della malattia diminuisce dell’80percento. L’obiettivo del farmaco sono gli ammassi di Tau. Si tratta di grovigli di proteina anomala. Pare sospesa l’ipotesi della beta-amiloide che formava placche sul cervello ritenute la causa della demenza. L’attenzione che bisogna osservare da parte di chi prescrive è che non si frapponga l’effetto del Lmtx con quello di altri farmaci.

 



fonte:

Bio Pharma

da scaricare:

Report.pdf

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.197.24.206



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt