dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
L'organismo

27 ottobre 2016


Il dermatologo territoriale per fronteggiare l' HS
Una malattia della pelle molto diffusa ma su cui il sistema sanitario deve predisporre una piena presa in carico

Chiamarla HS è più facile. La malattia è indicata con la denominazione Hydradenitis Suppurativa. Ma la diversa collocazione nominale sottosta alla difficoltà nel riconoscerla per la diagnosi. E questo vale sia in sede di riconoscimento, ad una visita generale, sia che in una ricognizione sulla propria pelle. Consiste in un’infiammazione del sistema immunitario che colpisce almeno l’1% della popolazione generale adulta.  E' una patologia cronica. Si manifesta con lesioni infiammatorie tipicamente sulle ascelle o all’inguine. Provoca lesioni, noduli, foruncoli, ascessi e a volte genera vero e proprio dolore. A volte appare debellata ma invece si presenta nuovamente riacutizzandosi. Se n'è parlato al convegno a Palazzo Ferraioli in Roma organizzato dall'Osservatorio sanità e salute presieduto da Cesare Cursi

La corretta gestione della patologia ha bisogno di un approccio interdisciplinare. Definire lo stato di avanzamento della malattia è la prima fase decisiva. Quindi individuare le eventuali comorbilità. Il dibattito ha messo insieme diversi istituzioni, società scientifiche e associazioni di pazienti. 

Evidenziare la figura del dermatologo territoriale come prioritaria è la richiesta che emerge dal convegno. 


fonte:

Osservatorio sanità e salute

da scaricare:

Cursi.jpg.doc

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 3.88.220.93



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
L'organismo
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt