dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Corpo.Mente

20 ottobre 2014


Con l’Alzheimer fare una vita normale
Sarà possibile se confermati gli effetti delle nano-particelle pulitrici

Una ricerca tutta italiano, finanziata dall’Unione europea ha raggiunto risultati incoraggianti nella sperimentazione sui topi. Si tratta di particelle infinitamente piccole – un miliardesimo di metro- in grado di smacchiare il cervello dalle placche che ne ottundono gli effetti di memoria nel soggetto vittima di Alzheimer. Le placche sono provocate dalla proteina beta-amiloide. Le particelle si chiamano amiposomi. (20 ottobre 2014).

fonte:

The Journal of Neuroscience

da scaricare:

alzheimer...jpg

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.90.86.231



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Corpo.Mente
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt