dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Corpo.Mente

04 febbraio 2016


Nanotecnologie e integrazione sociale: le risposte di oggi
Il convegno a Palazzo Ferrajoli a Roma per la Giornata mondiale contro il cancro

Più che elencazione di problemi ottimizzazioni delle soluzioni a disposizione attualmente nella ricerca e nella farmacologie. Un convegno che non si è crogiolato sulle difficoltà né ha evidenziato entusiastiche prospettive alla portata quello del 4 febbraio a Palazzo Ferrajoli a Roma organizzato dall'Osservatorio sanità e salute.
Ruolo decisivo in questa fase è rappresentato dalle nantotecnologie. Dal 2010 nuovi farmaci ha dato una grande spinta alle risposte alle persone affette da melanoma metastatico. Si tratta di piccole molecole e anticorpi monoclonati che prendono come obiettivo le cellule cancerose senza danneggiare altro.
Ma insieme alla crescita di questa branca della farmacologia debbono crescere i sistemi di integrazione sociale tra sistema sanitario e associazioni in grado di far reagire positivamente il paziente quando è informato della malattia. In tal senso deve crescere il radicamento sociale della conoscenza sulla prevenzione e cura. Questo l'obiettivo, in Italia, per i prossimi anni.

fonte:

Osservatorio sanità e salute

da scaricare:

1.jpg

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.90.86.231



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Corpo.Mente
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt