dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Soldi

09 ottobre 2010


Sanità digitale
Lorenzin aveva prospettato sette miliardi di risparmio, secondo una ricerca sono quattordici i miliardi che si potrebbero risparmiare

Da sette miliardi di risparmio al raddoppio. Sono i risparmi riscontrabili se il sistema sanitario funzionasse in modo digitale. Fascicolo sanitario elettronico, referti on line, telemedicina … Tutte cose semplicemente alla portata di cui il sistema sanitario italiano dovrebbe dotarsi. Lo ha detto Mariano Corso, direttore dell’Osservatorio sulla innovazione digitale del Politecnico di Milano. Secondo Corso questa sarebbe la ragione degli sperperi. Il problema dei prossimi anni – dice sempre Corso – riguarda l’impossibilità di tenere un livello accettabile di assistenza sanitaria visto l’incremento di domanda che avremo nei prossimi anni, data la crescita media dell’età dell’italiano medio. Tornando alla Sanità digitale le Asl e gli ospedali riuscirebbero a tagliare le spese per tre miliardi con una più oculata gestione della Medicina nel territorio. Si prevede poi la diminuzione di costi per un miliardo trecentonovanta milioni per la cartella elettronica. Altri 860 milioni per referti digitali, altrettanta spesa attraverso la gestione informatizzata dei farmaci. (9 ottobre 2014).

 

 



fonte:

Adnkronos

da scaricare:

digitale.jpg
sanitdigitale.jpg

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 34.230.84.215



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Soldi
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt