dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Soldi

25 novembre 2014


Salute, un bene di lusso
La spesa pubblica in sanità è passata dal 7,3% del PIl al 7,2

La riduzione del 2013, rispetto all'anno precedente è dell'1,2%. Lo dice il Rapporto Oasi 2014 di Cergas che è stato presentato a Milano il 24 novembre. Un plauso alle aziende sanitarie che mediamente hanno chiuso con pareggio di bilancio e assenza di incremento di spesa da cinque anni. Tutto questo nella tendenza allì'invecchiamento della popolazione. Ma il motivo di questa quadratura di bilancio è anche determinato dai costi bloccati, che non sempre significano buona economia. Significa anche contrazione di spesa per il personale, blocco degli stipendi e dell'esternalizzazione. Lazio, Campania, Calabria e Sicilia i governi regionali più soliti ad adottare questa misura. Diminuita anche la spesa privata. L'1,5% nel 2012 e del 5,3% nel 2013, rispetto gli anni precedenti. 




fonte:

Comunicato stampa

da scaricare:

soldi.jpg

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 34.230.84.215



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Soldi
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt