dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

06 marzo 2015


Un sito per la salute delle donne
Si chiama: leamichedibeatrice.it

Un problema tematizzato negli ultimi anni è definito come "medicina di genere". Si intende con ciò la riforma che il nostro sistema farmacologico è chiamato ad operare sulla modalità di somministrazione dei farmaci e delle cure. Nella storia della Medicina e della Farmacologia si è fin qui operato prendendo a campione l'essere umano, sic et simpliciter. Questa è una semplificazione che il mondo dei sistemi di cura non può accettare. Un individuo donna ha specifiche peculiarità rispetto un individuo uomo. Se le differenze per tipologie, modalità e quantità sono state previste in modo differenziale per il mondo dei piccoli, è arrivato il tempo perché siano riconosciute tra uomo e donna. In tal senso la medicina di genere. Ma più specificamente, si dovrebbe arrivare a sistemi di cura calzati per il soggetto singolo, allo stesso modo per cui un sarto lavora per un abito legato alla corporeità che dovrà indossare il prodotto finale della sua artigianalità. In tal senso è necessaria questa prima affermazione della medicina di genere per la quale il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, si è voluta fare alfiere. Il sito si chiama www.leamichedibeatrice.it 

fonte:

Le amiche di Beatrice

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.91.121.255



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt