dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

26 marzo 2015


Medicina difensiva
Nasce la commissione per fornire al Ministero della salute idoneo supporto per trovare una legge che la eviti

Dovrà essere una commissione debitamente insediata dal ministero della salute a proporre una legge che riesca a prevenire il fenomeno dilagante dei contenziosi legali presso medici e ospedali. Presentata dal ministro in persona, Beatrice Lorenzin, la commissione è formata da otto medici, cinque magistrati, nove avvocati o giureconsulti, sette esponenti delle istituzioni dello stato. L'obiettivo è quello di fornire supporti normativi per limitare fortemente questo fenomeno che costa alla sanità dieci miliardi di euro ogni anno. In pratica è il 10,5% dei costi complessivi della sanità. "Si pensi - ha detto Beatrice Lorenzin - che per raccogliere un miliardo per il farmaco che cura l'Epatite C si deve fare un lavoro analitico e attento nel bilancio generale dello Stato!". In sostanza la medicina difensiva deve essere un fenomeno da debellare. Una malattia del sistema sanitario da prevenire. Comporta il 68,9% dei ricoveri inadeguati. In un sondaggio effettuato da Agenas su millecinquecento medici, il 58% ha ammesso la pratica dell'assegnare visite diagnostiche evitabili o farmaci non necessari al fine di placare le ansie dei pazienti, sempre più ipocondriaci, sempre più informati, sempre più pronti a ricorrere all'avvocato per fare giustizia.
La commissione si occuperà degli aspetti tecnico giuridici e dei rapporti con le assicurazioni. Infatti, è un fronte aperto quello della mancanza di professionalità nella consulenza assicurativa che non presentandosi al primo incontro per evitare la lite, producono, di fatto, la crescita del contenzioso.
La risultante è drammatica per le risorse del sistema sanitario nazionale: il 14% va in costi per farmaci inutilmente prescritti, il 25% per esami, il 23% per analisi di laboratorio, l'11% in visite.

fonte:


da scaricare:

medicina.difensiva.pdf

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 52.91.176.251



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt