dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

14 maggio 2015


Aumentano i vecchi, l'Alzheimer no
Le previsioni della comunità scientifica sono confutate dai fatti

Secondo la rilevazione dati effettuata inGran Bretagna, Stati Uniti e Svezia non ci si sono rilevati i casi di Alzheimer che si paventavano una volta messa in relazione la malattia con un effetto di senescenza. Gli ultraottantenni con demenza – dice la ricerca - sono diminuiti. Va detto che negli ultimi venti anni l'esortazione a un sistema di vita dinamico, dove l'attività fisica resta al primo posto, ha fatto breccia nella comune coscienza.

Non solo. Gli ottantenni di oggi sono maggiormente scolarizzati di quelli di venti anni fa. Se fossero state confermate le apocalittiche previsioni di venti anni fa, i sistemi sanitari dei paesi europei sarebbero ridotti al lastrico. Solo in Italia, ad inizio anni Novanta gli italiani ultra-ottantenni erano circa 1,7 milioni. Oggi sono raddoppiati.


fonte:


da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 3.88.220.93



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt