dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

20 gennaio 2016


La governance sulla sanità
L’invecchiamento della popolazione, le cronicità, la spesa pubblica, i costi crescenti dei nuovi farmaci salvavita. Sono i problemi del sistema di cura della salute (che – che garantisce tutta la comunità

In un sistema solidaristico e universale come il nostro devono essere disponibili per tutti. Lo ha detto Beatrice Lorenzin. In una pubblicazione monografica curata da Agenas la ricostruzione dei risultati ottenuti negli ultimi quindici anni. Quindi il numero monograrico contiene le dichiarazioni di Mariapia Garavaglia, Rosy Bindi, Umberto Veronesi, Girolamo Sirchia, Francesco Storace, Livia Turco, Ferruccio Fazio, Renato Balduzzi. Mariapia Garavaglia ha affrontato la riforma del sistema sanitario in termini federali con il processo di aziendalizzazione dei diversi sistemi sanitari. Rosy Bindi dal 96 al Duemila ha fatto approvare la legge che porta il suo nome con la quale si rafforzano le autonomie delle regioni. In questo modo si cercava di rimediare ai vincoli finanziari che vincolavano le spese alle risorse disponibili. Umberto Veronesi in quindici mesi ha liberalizzato i farmaci antidolore ed ha istituito l'Hospice. L'educazione medica è stato il suo obiettivo centrale insieme alla modernizzazione della rete ospedaliera. Girolamo Sirchia, dal 2001 al 2005 ha introdotto i nuovi Lea per garantire equità e uniformità al mondo della sanità.






fonte:

Agenas

da scaricare:

monitor.pdf

vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 3.88.220.93



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt