dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

12 maggio 2016


Vaccini. C'è ancora diffidenza!
La profilassi in pediatria è uno dei più grandi strumenti sanitari di prevenzione attraverso il quale la la longevità possa continuare ad essere una tendenza dell'umanità afflitta da virus contro i quali gli antibiotici nulla possono

Nel film Apocalipse Now, il terribile Colonnello Kurtz interpretato da Marlon Brando racconta la sua esperienza di orrore quando di un campo di vietnamiti a cui avevano somministrato ai bambini il vaccino contro il vaiolo. Ebbene i soldati yankee avevano trovato una montagna di braccine mozzate conseguenza della ritrosia dei vietnamiti.

A Roma il vaccino contro il vaiolo fu sospeso da Papa Leone XII nel 1824 perché i cittadini di Roma erano diffidenti sul suo esito.

Sono due esempi che dovrebbero essere relegati ad oscurantismo e ignoranza. Eppure la pratica di non vaccinare i propri piccoli è applicata proprio nelle famiglie più che scolarizzate. Una deformazione alla quale si è giunti con la conoscenza diffusa ma imprecisa del web. Ed è anche contro la renitenza a vaccinare che nel convegno organizzato dall'Osservatorio sanità e salute, giovedì 12 maggio a Roma, si è auspicato all'inserimento di un Piano dei vaccini all'interno della nuova delineazione dei Livelli Elementari di Assistenza.

fonte:

Osservatorio sanità e salute

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 3.84.182.112



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt