dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

08 luglio 2016


Tutela della salute, mancano le idee
IL problema della sostenibilità del sistema sanitario nazionale discusso in un convegno

IL Servizio sanitario nazionale è in crisi. Ma se non ci sono logiche finalizzate a smantellarlo non c'è un disegno per salvare la sanità pubblica. IL Rapporto Gimbe (Gruppo italiano per la medicina basata sulle evidenzeha aggiornato al 2015 l’elenco degli sprechi in Sanità. L'occasione, un convegno nella Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” martedì 7 giugno.  Ciò che manca è un preciso disegno per salvaguardare la sanità pubblica. 

Gli sprechi, secondo Gimbe, ammontano a 24,73 miliardi di euro erosi da sovra-utilizzo, frodi e abusi, acquisti a costi eccessivi, sotto-utilizzo, complessità amministrative, inadeguato coordinamento dell’assistenza. La stima per i prossimi dieci anni è di duecento miliardi di euro come fabbisogno. 

La proposta emersa è quella di definire un Testo Unico per tutte le forme di sanità integrativa ed estendere l’anagrafe nazionale dei fondi integrativi alle assicurazioni private. Ridefinire le tipologie di prestazioni, essenziali e non essenziali, che possono essere coperte dalle varie forme di sanità integrativa. Coinvolgere formedi imprenditoria sociale, cogliendo tutte le opportunità offerte dalla recente riforma del terzo settore.

fonte:

Rapporto Gimbe

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 52.91.176.251



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt