dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

28 settembre 2016


Spesa sanitaria al 6,8 percento
A dirlo è la Ragioneria di Stato col terzo Rapporto sul monitoraggio sulla spesa sanitaria

Stante il rilevamento della Ragioneria di Stato, i tagli alla sanità pubblica appaiono del tutto incomprensibili.  È anche vero però che Matteo Renzi li ha esclusi.

Prendiamo in esame l’ultimo anno rendicontabile: 2015. Ebbene, la spesa sanitaria corrente si attesta sul 6,8% del Pil. Nel 2014 era del 7,2% della media europea registrato (per l’anno 2014) da Eurostat.

Al di là del tanto celebrato universalismo della spesa sanitaria italiana - fonte di costi esorbitanti costantemente da limare - il costo della nostra sanità è ben al di sotto di quello di tanti altri paesi europei. La Danimarca va sopra l’8% del Pil. La Finlandia (8,3%), la  Francia (8,2%) e il Belgio e l’Olanda (entrambi all’8,1%).

 

 



fonte:

Ragioneria di Stato

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 54.91.121.255



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt