dallUniversità della Cura
alla Cultura della Salute
Statocentrale

01 novembre 2018


Infezioni in sala operatoria
Se n'è discusso il 30 ottobre in un convegno al ministero della salute

Le infezioni da batteri sono oramai un allarme globale. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità nel 2050 le infezioni batteriche sostenute da ceppi multiresistenti saranno dieci milioni, e saranno la prima causa di morte nei paesi industrializzati. Tra le cause, la prima guarda alla cattiva gestione e uso degli antibiotici. Ma c’è un’altra ragione di contagio che invece mette in evidenza la igiene dei presidi sanitari. Infatti sono sempre più frequenti i casi di pazienti colonizzati con elementi patogeni proprio negli ospedali e specificamente in camera operatoria. Ma pur essendo il problema globale è anche vero che l'Italia è il paese europeo in cui questo allarme è più diffuso e più importante. Nel convegno organizzato dall’Osservatorio Sanità e Salute, presso la sede del ministero della salute, il 30 ottobre, si prende in esame il problema centrale del contagio batterico nei nosocomi: “Una nuova alba nella sala operatoria: come prevenire le infezioni e gestire l'emorragia”. Il convegno è stato sostenuto dalla Becton & Dickinson che nei lavori ha teso a presentare metodiche e approcci diretti alla prevenzione come la riduzione al minimo effetto i danni da contagio. L'evidenza scientifica e l'approccio tecnologico per riportare gli effetti delle infezioni batteriche in ospedale al minimo. 

fonte:

Osservatorio sanità e salute

da scaricare:


vuoi commentare l'articolo?
il tuo indirizzo IP è 52.91.176.251



link da usare per condividere l'articolo

Condividi il sito su Facebook



tutti gli articoli su
Statocentrale
ArticoloTrentadue.it
all rights reserved
sito realizzato da AkwabArt